hairstylists-loreal.it
Tutti gli coiffeurs di loreal


Hairstylists Loreal.it :

Mode cheveux printemps 2015, propositions de stylistes et coiffeurs : Pour la mode capillaire du printemps 2015, on a vu les nouvelles coupes et coiffures proposées par les créateurs sur le podium. Modèles avec les cheveux raides avec une rangée au milieu, coupéà l'équilibre ou légèrement écaillé. La couleur des cheveux variait du blond au brun en passant par l'acajou et le noir. Au lieu de cela, les modèles de certains designers Français portaient leurs cheveux plus longtemps, lisse avec la ligne latérale faite avec un mouvement en zigzag ou légèrement déplacé avec une rangée au milieu et même avec un bob lisse de longueur moyenne. D'autres stylistes ont choisi pour leurs modèles une coiffure qui comprenait les cheveux raides tirés en arrière et touffe volumineuse avec le centre ou la ligne latérale. Ce ne sont cependant que quelques-unes des propositions des concepteurs. Pour ce printemps 2015 mode cheveux les coupes seront donc de longueur moyenne, ceux qui aiment les cheveux longs seront satisfaits par les nouvelles propositions et peuvent varier coiffures en choisissant une frange droite et longue ou une touffe côté rebelle ou portant des cheveux ondulés lisse selon les préférences du moment. Le must essayer, cependant, est la coiffure tressée qui va de la tresse classique qui descend sur le dos à la tresse portée sur le côté à des coiffures plus élaborées faites de tresses et tresses plus petites. Il ya aussi de nombreux VIP qui ont choisi de porter la tresse. Si vous voulez rester à jour sur le printemps 2015 propositions de mode cheveux, cliquez sur le bouton Suivez au-dessus du titre de l'article.

news n°
146296
From beautynews
25 May 2020
Time to practise your big-day beauty look.
news n°
146306
From beautynews
26 May 2020

Un annuncio affidato a Instagram: Gucci non sfilerà più seguendo il calendario ufficiali della moda, ma secondo un ritmo che prevede due sole presentazioni all’anno. A scriverlo è il direttore creativo Alessandro Michele, con una serie di post intitolati “Appunti nel silenzio”, con cui il designer spiega il suo nuovo progetto.

 «Nel mio domani abbandonerò quindi il rito stanco della stagionalità e degli show per riappropriarmi di una nuova scansione del tempo, più aderente al mio bisogno espressivo»: parole che lasciano poco spazio alle interpretazioni e annunciano un processo già in corso nel mondo della moda. Sono molti infatti i designer e i player del settore che hanno lanciato spunti di riflessione volti a cambiare un ingranaggio frenetico capace a volte di stritolare la creatività chiamata a sottostare a un programma serrato di rilasci e presentazioni.

La decisione di Gucci segue gli importanti annunci di Saint Laurent, della Camera Nazionale della Moda Italiana - che dal 14 al 17 luglio 2020 presenterà la prima Milano Digital Fashion Week , e di Giorgio Armani ha presentato il suo nuovo calendario delle sfilate uomo, donna e alta moda: le prime due collezioni saranno presentata a settembre 2020 con modalità nuove e la haute couture sarà posticipata a gennaio 2021 e tornerà a Milano da Parigi (qui tutti dettagli).

Scrive ancora Alessandro Michele: «Ci incontreremo solo due volte l’anno per condividere i capitoli di una nuova storia. Si tratterà di capitoli irregolari, impertinenti e profondamente liberi. Saranno scritti mescolando le regole e i generi. Si nutriranno di nuovi spazi, codici linguistici e piattaforme comunicative». 

 «Mi piacerebbe abbandonare l’armamentario di sigle che hanno colonizzato il nostro mondo: cruise, pre-fall, spring-summer, fall-winter. Mi sembrano parole stantie e denutrite. Sigle di un discorso impersonale, di cui abbiamo smarrito il senso». E passa alle proposte, al battesimo di nuovi termini: «saranno nomi legati, di volta in volt alla musica classica: sinfonie, rapsodie, madrigali, notturni, overture, concerti e minuetti a costellare il mio percorso creativo». 

Nell’ultimo post l’abbraccio a tutte le persone che lavorano con lui e che da ora in poi lo seguiranno in questa nuova fase: «Ricalibrare il tempo su passi più umani vuole essere una promessa di rinnovata cura nei confronti di questa meravigliosa comunità di intenti».

news n°
92941
From gossip
25 May 2020

IMAGINE : sarà il nuovo tema per lo show dell'ALTERNATIVE HAIR SHOW di LONDRA

alternative hair show 2020

ALTERNATIVE HAIR SHOW 2020 annuncia la data di quest'anno:
lo spettacolo "IMAGINE" avrà luogo Sabato 11 Ottobre 2020 !

Presto avremo nuovi dettagli sul NUOVO SHOW.
Anche quest'anno l'intento è di raggiungere nuovi record per la raccolta fondi riguardo l'Alternative Hair Charitable foundation "Fighting leukaemia".

news n°
92729
From gossip
21 May 2020

Lo Spot Mediaset che spiega perché affidarsi ad editori SERI per avere notizie VERE

informazione

GUARDA LO SPOT

Le NOTIZIE sono una COSA SERIA: è questo il concetto fondamentale dello Spot Mediaset andato in onda di recente sul piccolo schermo. L'INFORMAZIONE influenza la nostra VITA e la nostra SICUREZZA, specialmente di questi tempi.

Fenomeni come quelli delle FAKE NEWS pubblicate costantemente in alcune pagine e profili SOCIAL (vedi Facebook e Twitter) stanno, oggi più che mai, creando un profondo disorientamento nel lettore.

Diventa quindi necessario affidarsi a fonti sicure, scegliendo di informarsi presso EDITORI RESPONSABILI, EDITORI VERI come LA STAMPA, IL MESSAGGERO, IL CORRIERE DELLA SERA, IL SOLE 24 ORE, IL GIORNALE, LA REPUBBLICA, etc.

news n°
92783
From gossip
21 May 2020
Desmond Murray  International Hairstylist

Hybrid fuses the traditional real or imagined differences between The Beatles and The Rolling Stones. During the 60’s kids were either in one camp or the other, with each group having key style features to define them. As with most groups, however, there was more that united them as rebellious youth than divided them. This collection draws together the fashion and trend elements of each group and fuses them together in modern collection.

Ph: Desmond Murray
Make-Up: Ellen Bridger

hair-collections

news n°
92877
From gossip
25 May 2020

Incremento improvviso delle vendite nei CASH&CARRY italiani

In questi giorni, dopo la tanto attesa RIAPERTURA del 18 MAGGIO, si sta assistendo ad un vero e proprio assalto a negozi e magazzini che vendono prodotti professionali per Parrucchieri.

La riorganizzazione per la RIPARTENZA dei Saloni di acconciatura e centri estetici, ha portato ad una grande e improvvisa richiesta di prodotti professionali.

In particolare il mercato di Napoli, in Italia, ha avuto un netto incremento delle vendite, soprattutto per il CASH&CARRY di FULVIO FUSCO, che ha messo a disposizione di vendita prodotti professionali per saloni per circa 1.100 PARRUCCHIERI in un solo giorno!

Questa e tante altre, che stiamo raccogliendo, sono notizie molto positive che segnano un'ottima ripartenza per il settore.

Quindi guardiamo il FUTURO con OTTIMISMO !

Background photo created by rawpixel.com - www.freepik.com

news n°
146302
From beautynews
26 May 2020

Certo, i giorni di quarantena non hanno aiutato il contorno occhi. Per tutto il lockdown il viso al naturale e il poco trucco non hanno contribuito a un look fresco e riposato. Soprattutto la zona del perioculare, che spesso è segnata da borse e occhiaie

“Con l’età il contorno occhi si svuota nella parte superiore ma a volte dipende anche da un elemento strutturale del viso, che  può essere scavato da giovani in alcune parti e più ‘morbido’ in altre, come nel solco lacrimale, dove si formano le borse”, dice Gabriele Muti, chirurgo plastico a Milano e segretario nazionale di Aicpe (Associazione italiana di Chirurgia Plastica Estetica). “La chirurgia estetica oggi è molta avanzata e prevede interventi tailor-made dove si riempie e si ‘asciuga’ a seconda della necessità del viso”. 

Non a caso la blefaroplastica è il terzo trattamento più chirurgico più diffuso (dopo la mastoplastica al seno e la liposuzione) ed è il migliore per quanto riguarda il rapporto costo/benefici. “Se si occupa solo della parte superiore è piuttosto rapido, è in anestesia locale e dura una ventina minuti”, continua il chirurgo. “Nella maggior parte dei casi, tuttavia, si esegue anche nella palpebra inferiore, perché, come dicevamo, spesso si tratta di ‘spostare’ il grasso, laddove è in eccesso e riposizionarlo dove, al contrario, è mancante”. 

Insomma, è un gioco di pieni e di vuoti che prevede un decorso di tre-quattro giorni con i punti e una settimana di edema (da coprire con un paio di occhiali da sole) e poi il look è di nuovo presentabile. “La cicatrice dipende se il tessuto è più o meno rilassato”, precisa il chirurgo. “Può essere anche molto sottile ed eseguita nella congiuntura, in modo che sia quasi invisibile”. 

In alcune situazioni si procede, insieme alla blefaroplastica, con il lifting del sopracciglio: significa che lo sguardo  si è “abbassato” ed è più stanco in seguito all’aging della fronte e delle tempie."Possono essere utili anche delle iniezioni di botox", consiglia Muti. “Il bisturi, naturalmente, ha un effetto più duraturo, fino ai 10 anni, se il passare degli anni è fisiologico e non troppo traumatico”. 

Che significa, no fumo, overdose di sole e luce blu (cioè smartphone, tablet e pc). È un intervento che migliora molto anche l’aspetto di chi soffre di occhiaie. “Il chirurgo può trasferire una piccola porzione di grasso nella zona più segnata: naturalmente ci vuole la precisione e la competenza solo di un professionista molto esperto”. Non risolve, invece, il problema di chi ha borse e gonfiori, se questi dipendono da problemi circolatori. “Difficile generalizzare e spiegare a priori”, prosegue Muti. “Ogni viso è diverso e, soprattutto dopo i quarant’anni, che si inizia a perdere la struttura originaria, spesso si tratta di bilanciare e combinare tecniche diverse in un’ottica complessiva di volumi e di pieni. Per questo può essere utile che la paziente mostri una foto di dieci anni prima, in modo da rispettare sempre la sua immagine originale”.

news n°
92814
From gossip
21 May 2020
Tristan Eves International Hairstylist

Find put the latest hair collection, called “Curl Rebellion”, made by “ Tristan Eves” international hairstylist from UK.

Ph: Jamie Blanshard
Make-up: Ellen K Bridger
Stylist: Christopher Heeney

hair-collections

news n°
146308
From beautynews
26 May 2020
Could this be the next Watershed moment for feminism?
news n°
146292
From beautynews
25 May 2020
Il 23 maggio 1992 Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta persero la vita nella strage di Capaci. Ma chi era davvero Francesca? Non solo la moglie di un uomo che aveva dedicato la sua vita alla lotta contro la mafia, ma una donna forte che ne aveva saputo condividere i fardelli, spinta come lui dall'immenso amore per la giustizia.
news n°
92720
From gossip
20 May 2020
Dan Spiller Marc Antoni International Hairstylists

Find put the latest hair collection, called “Colourful ”, made by “ Dan Spiller Marc Antoni" international hairstylist from UK.

Ph: Jamie Blanchard
Make -up: Katie Moore
Stylist: Bruno Marc

hair-collections

news n°
146293
From beautynews
25 May 2020
Durante il periodo di smartworking o quando siamo in ufficio seduti alla scrivania spesso assumiamo posture sbagliate che danno problemi alla schiena, al collo e al trapezio, creando fastidiose contratture e infiammi. Per evitare tutto questo basta fare degli esercizi mirati per sciogliere i muscoli e allungare la schiena. La fitness coach Ilaria Berry ci spiega come fare alcuni semplici esercizi per migliorare la postura.
news n°
92916
From gossip
22 May 2020

As we continue to be in lockdown, and the past weeks and months have given us all time to think about our priorities, our dreams and our goals. We’ve all had an opportunity to step back and breathe and realise what’s important. It’s also given us time to think about our careers, passions and ambitions.

TONI&GUY 5 things lockdown has taught us


TONI&GUY international artistic director and head of education, Cos Sakkas, believes being in isolation has made him realise what an amazing industry he works in.

“We’ve been talking to our salons and hairdressers around the world and the camaraderie, belief and humility has been awe-inspiring. There truly is no other industry like hairdressing – and the lockdown has made us all realise just what we offer. We work with amazing people, surround ourselves with positivity and passion and are always there for each other.”

Cos Sakkas’ five things that lockdown has taught us

1 How much you’ve missed hairdressing – the actual physical action of cutting or colouring hair, transforming a head of hair and creating something beautiful, edgy or feminine. Working on a mannequin isn’t the same – there’s no better feeling than seeing your client smile when they look in the mirror.

2 Conversations with your clients – that one-on-one chat about everyday life, their families and their careers, their worries and their dreams. There’s more to your relationship than hair and we realise how important that emotional bond is.

3 Community spirit – social media has brought the world of hairdressing closer together, sharing experiences of lockdown and reopening businesses from around the globe. We’ve shared concerns and worries and working together on solutions.

4 Your team is everything – the people you work with and surround yourself with are incredible. From assistants to salon managers, photographers and models, we work with people that are compassionate, funny, caring, loyal and exciting. Zoom catch ups have been great but I can’t wait for the day when we see each other again!

5 Education is as important as ever – there’s been a multitude of online education from cutting tutorials to hair up demonstrations. This has taught us all how important – and exciting – it is to keep our skills up to date and push ourselves out of our comfort zones. Nothing beats real-life education and we all wait for the day academies reopen and we can work with live models again.

news n°
146291
From beautynews
25 May 2020
Il trucco si sa non va molto d'accordo con le mascherine, ma è anche vero che un modo bisogna trovarlo. Sopratutto se teniamo in conto che non abbandoneremo i dpi così tanto presto. Basta seguire alcuni piccoli accorgimenti, per evitare che il nostro make up si sbavi e duri poco. Puntare sugli occhi è l'arma vincente, ma non è detto che dobbiamo per forza rinunciare ai nostri amati rossetti.
news n°
92847
From gossip
21 May 2020
Nick Malenko and Nick Tucker at Royston Blythe

Find put the latest hair collection, called “Blitz”, made by “ Nick Malenko and Nick Tucker at Royston Blythe ” international hairstylist from UK.

Ph: Richard Miles
Stylist: Nick Malenko

hair-collections

news n°
146299
From beautynews
26 May 2020
Tutti i segreti sul vestito lungo casual: ecco come indossarlo di giorno e i modelli di tendenza dell'estate 2020 direttamente dalle passerelle

Chi ha detto che l'abito lungo è solo per la sera? Il suo lato casual sta diventando sempre più preponderante, stagione dopo stagione. I modelli di tendenza dell'estate 2020 sono tanti. Restano i grandi classici, come i caftani, ma ci sono anche nuovi abbinamenti, come i maxi dress che si trasformano in top abbinati ai pantaloni. Il diktat di giorno è la calzatura flat. Scopriamo tutti i dettagli sugli abiti lunghi casual della stagione.

Il caftano

Alberta Ferretti lo declina in nuance fluo abbinandolo a un sandalo basso. 

Alberta Ferretti
Alberta Ferretti
L''abito lungo crochet

Profili a contrasto per questo abito Altuzarra che è un patchwork di lavorazioni crochet. La cinturina in vita, le pantofoline e la borsa in rafia completano il look.

Altuzarra
Altuzarra
Il vestito lungo leggero e svolazzante

Quello Etro, con scollo profondo e stampa animalier, è super sexy anche se portato con i sandali flat.

Etro
Etro
L'abito lungo trasparente, come una it girl

Da indossare con top e shorts nude, questo abito di Dior è un tripudio di preziosi ricami. Gli accessori per il giorno? Pantofole e cappello di paglia.

Dior
Dior
Floreale: l'abito lungo romantico

Ha il corpetto drappeggiato e la scollatura a fiocco il modello Luisa Beccaria. Da principessa.

Luisa Beccaria
Luisa Beccaria
L'abito lungo indossato come un top

Non importa la lunghezza, basta sbottonarlo e l'abito si trasforma in top, come accade sulla passerella di Jacquemus.

Jacquemus
Jacquemus
Lo chemisier

Ha bottoni gioiello e gonna plissé quello firmato Chanel. La sua allure bon ton si sposa alla perfezione con le ballerine.

Chanel
Chanel
Abiti lunghi ampi e svasati

Missoni li decora con mini ruches e li abbina a zeppe multicolor.

Missoni
Missoni

Scoprite la gallery dedicata al vestito lungo casual con i modelli di tendenza dell'estate 2020.

Dior
Dior
Dior
Dior
Jacquemus
Jacquemus
Jacquemus
Jacquemus
Chanel
Chanel
Alberta Ferretti
Alberta Ferretti
Altuzarra
Altuzarra
Max Mara
Max Mara
Alberta Ferretti
Alberta Ferretti
Alberta Ferretti
Alberta Ferretti
Etro
Etro
Etro
Etro
Dior
Dior
Missoni
Missoni
Oscar de la Renta
Oscar de la Renta
news n°
92668
From gossip
18 May 2020

Il Dpcm ( COVID-19 ) del 17 Maggio, accordato con le Regioni, si applica dal 18 Maggio

riapertura coronavirus

Ecco le indicazioni da seguire dal 18 Maggio:

  • Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione.
  • Consentire l’accesso dei clienti solo tramite prenotazione, mantenere l’elenco delle presenze per un periodo di 14 gg.
  • Potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura >37,5 °C.
  • La permanenza dei clienti all’interno dei locali è consentita limitatamente al tempo indispensabile all’erogazione del servizio o trattamento. Consentire la presenza contemporanea di un numero limitato di clienti in base alla capienza del locale (vd. punto successivo).
  • Riorganizzare gli spazi, per quanto possibile in ragione delle condizioni logistiche e strutturali, per assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione sia tra le singole postazioni di lavoro, sia tra i clienti.
  • L’area di lavoro, laddove possibile, può essere delimitata da barriere fisiche adeguate a prevenire il contagio tramite droplet.
  • Nelle aree del locale, mettere a disposizione soluzioni idro-alcoliche per l’igiene delle mani dei clienti e degli operatori, con la raccomandazione di procedere ad una frequente igiene delle mani. Eliminare la disponibilità di riviste e materiale informativo di uso promiscuo.
  • L’operatore e il cliente, per tutto il tempo in cui, per l’espletamento della prestazione, devono mantenere una distanza inferiore a 1 metro devono indossare, compatibilmente con lo specifico servizio, una mascherina a protezione delle vie aeree (fatti salvi, per l’operatore, eventuali dispositivi di protezione individuale ad hoc come la mascherina FFP2 o la visiera protettiva, i guanti, il grembiule monouso, etc., associati a rischi specifici propri della mansione)
  • In particolare per i servizi di estetica, nell’erogazione della prestazione che richiede una distanza ravvicinata, l’operatore deve indossare la visiera protettiva e mascherina FFP2 senza valvola.
  • L’operatore deve procedere ad una frequente igiene delle mani con soluzioni idro-alcoliche (prima e dopo ogni servizio reso al cliente) e utilizzare camici/grembiuli possibilmente monouso per gli estetisti. I guanti devono essere diversificati fra quelli utilizzati nel trattamento da quelli usualmente utilizzati nel contesto ambientale.
  • Assicurare una adeguata pulizia e disinfezione delle superfici di lavoro prima di servire un nuovo cliente e una adeguata disinfezione delle attrezzature e accessori. Igienizzazione delle postazioni di lavoro dopo ogni cliente. Assicurare regolare pulizia e disinfezione dei servizi igienici.
  • Favorire il regolare e frequente ricambio d’aria negli ambienti interni ed escludere totalmente, per gli impianti di condizionamento, la funzione di ricircolo dell’aria.
  • Sono inibiti, dove presenti, l’uso della sauna, il bagno turco e le vasche idromassaggio.
  • La postazione dedicata alla cassa può essere dotata di barriere fisiche (es. schermi); in alternativa il personale deve indossare la mascherina e avere a disposizione gel igienizzante per le mani. In ogni caso, favorire modalità di pagamento elettroniche, eventualmente in fase di prenotazione.

    Fonte: ANSA

Woman photo created by freepik - www.freepik.com

news n°
146298
From beautynews
26 May 2020

Senza reggiseno is the new black. Da Miley Cyrus a Rita Ora, da Bella Hadid a Dua Lipa e Emily Ratajkowski, sempre più star (tendenzialmente sotto i 35 anni, ma non è una regola) hanno rinunciato, durante il lockdown, a questo capo di lingerie. Segno che il trend #freefrombra è sempre più forte tra le Millennials e, soprattutto, le più giovani della Gen-Z.

In questo senso ci è piaciuto moltissimo un articolo pubblicato da Mariyam Haider sulla piattaforma digitale Medium. L'autrice, che titola il suo pezzo COVID-19 is the age of a bra-free life ricorda come per moltissimo tempo le donne che hanno avuto il coraggio e la voglia (l'indecenza, gli veniva però detto) di mostrarsi in pubblico "sans bra" siano state accusate di essere o scandalose o delle femministe ideologiche, o tutte e due le cose insieme. Anche molti anni dopo il movimento hippie e la rivoluzione del '68, non è raro che una donna e una ragazza che opti per la scelta no reggiseno venga ancora giudicata una potenziale gatta morta. La speranza? Che da questa terribile pandemia di COVID-19 ci si possa portare a casa una maggiore libertà. A partire dal reggiseno, accessorio per definizione. Dunque libero.

Seno "libero": il punto di vista della psicologa “Ben venga la possibilità di scelta anche e soprattutto in questo ambito”, è il commento della psicologa e psicanalista Elena Benvenuti. “Quel che conta, ormai lo abbiamo capito, è accettare la propria femminilità ed esprimerla, celebrarla senza sentirsi strette in dogmi e, tantomeno, rigidi moralismi culturali. Ma, soprattutto, cercando di non farsi influenzare da quello che gli altri potrebbero dire o pensare, dato che ovviamente si tratta di una questione completamente personale”. Come a dire, chi preferisce push-up, bralette e balconcino li indossi senza farsi problemi, ma allo stesso modo non si abbia da ridire con chi preferisce passare le sue giornate senza reggiseno.

Seno: routine beauty su misura Vero è che chi sposa la scelta del décolleté libero dovrebbe poter contare su un seno in grado di sostenersi da sé, dunque sodo e definito. Esistono cure beauty che aiutano a liftare e rassodare la scollatura, anche e soprattutto dopo gravidanza, allattamento e diete dimagranti strong. “In particolare”, ricorda Silvia Bianco, estetista di Lo Studio Bianco-Cardamomo, “La routine per il seno prevede una detersione con prodotti morbidi e oleosi e, una volta a settimana, l'uso di uno scrub delicato, seguito dall'applicazione di una maschera cremosa a base di collagene e/o Kigelia Africana, attivo naturale che aiuta a rassodare e compattare la pelle. Nella routine quotidiana, sì all'automassaggio una volta al giorno con un siero tonificante, con movimenti circolari e delicati”.

Phytobuste + Décolleté Intensive Firming Bust Compound di Sisley
Phytobuste + Décolleté Intensive Firming Bust Compound di Sisley
Defence Body Crema Rassodante Seno di BioNike
Defence Body Crema Rassodante Seno di BioNike
Gel Rassodante Seno al Caffè Verde di Bottega Verde
Gel Rassodante Seno al Caffè Verde di Bottega Verde
Collagene + Acido Ialuronico Rassodante Liftante Seno di Collistar
Collagene + Acido Ialuronico Rassodante Liftante Seno di Collistar
Rassodante Corpo Lift Effect di Somatoline Cosmetic
Rassodante Corpo Lift Effect di Somatoline Cosmetic
Volumizzante Rassodante Seno di PUPA
Volumizzante Rassodante Seno di PUPA
Restoring Body Butter della linea Riso di Tuttotondo
Restoring Body Butter della linea Riso di Tuttotondo
news n°
146304
From beautynews
26 May 2020
Vittoria Ferragamo e l'Orto del Borro

È difficile non aver sentito mai parlare de Il Borro. È un luogo incantevole nel verde della Valdarno, un elegante resort, un albergo diffuso che ha al suo interno anche un borgo medievale ristrutturato, appartenuto ad alcune delle famiglie dell’alta nobiltà europea: dai Medici-Tornaquinci di Firenze, ai Torriani di Milano, dagli Hohenlohe Waldemburg fino ai Savoia-Aosta nel primo ’900.

Ma forse non tutti sanno che il Borro è anche un’azienda agricola e vitivinicola all’avanguardia: 1.100 ettari che dal 2015 sono diventati interamente biologici ed ecosostenibili. Dal 1993 questa tenuta appartiene a Ferruccio Ferragamo, uno dei quattro fratelli a capo di una delle maison di moda fiore all’occhiello del made in Italy. E tra le eccellenza di quest’azienda ce n’è una, forse ancora meno conosciuta e in grande espansione: è L’Orto del Borro, gestito a 360 gradi da Vittoria Ferragamo, figlia - la quinta di sei - di Ferruccio.

Ottavia Poli

«Sono sempre stata affascinata dalla bellezza della natura e ancora di più dalla sua forza», ci racconta. «La natura nutre, la natura cura. L’ho amata e l’ho scelta fin da piccola, pur essendo orgogliosa di appartenere a una famiglia che ha fatto un pezzo della storia della moda italiana. La mia prima passione sono i cavalli. Da piccola facevo anche gare internazionali di salto agli ostacoli. Oggi, qui, con mio marito li alleviamo, abbiamo avuto anche dei saltatori importanti. Poi abbiamo un maneggio e agli ospiti del resort offriamo la possibilità di cavalcare nei dintorni, di fare escursioni passeggiate e picnic». Ma com’è arrivata poi all’attività dell’orto? «In modo molto semplice», ci spiega. «All’inizio questo era l’orto di casa, noi eravamo sempre deliziati dai profumi e dai sapori autentici delle verdure, così abbiamo pensato che avrebbe potuto diventare l’orto dei “buoni intenditori”».

Oggi è un bellissimo “giardino coltivo” biologico di tre ettari in cui vengono prodotti ortaggi di stagione caratterizzati da freschezza, qualità e sapore autentico che rappresentano anche la materia prima dell'Osteria del Borro, guidato dallo chef Andrea Campani, e del Tuscan Bistrot di Firenze che riapre i battenti il 27 maggio.

Qui Vittoria è aiutata nel suo compito dall’agronomo Leonardo Cistullo e da un team specializzato di collaboratori, agricoltori ed esperti botanici.

Scegliere l’agricoltura biologica implica la capacità di osservare e rispettare la natura, aiutare la terra a rigenerarsi, per preservarne la fertilità e per mantenere di conseguenza un alto livello di qualità della produzione. “Biologico: vuol dire fare una scelta consapevole e sostenibile, che fa bene al nostro organismo, ma anche al Pianeta che ci ospita”, afferma Ferragamo. “Le verdure di questo momento? Gli asparagi, le zucchine, i ravanelli, ma anche i carciofi perché il Borro si trova a 300 metri di altitudine e qui la vegetazione è in lieve ritardo rispetto alla pianura. Tutte verdure fresche che arrivano con le uova delle nostre galline in una cesta che sa di natura autentica”, ci racconta Vittoria. 

Ma non è tutto. Per il futuro la famiglia Ferragamo sta pensando di avviare tutta una serie di nuove attività. “Già da quest’anno realizziamo conserve di pomodoro e una linea di salse e sughi, composte di ortaggi (zucca e cipolle per esempio) da poter abbinare ai vini de Il Borro, confetture di fragole, more, cachi e ciliegie ideali per la prima colazione”, ci racconta. Ma da luglio avremo anche le prime confezioni di pasta artigianale e di farina che useremo anche per fare in casa pane, pizze, biscotti e dolci a marchio Il Borro. Sia la pasta sia la farina sono prodotte dai grani antichi, dal farro e dal grano saraceno (privo di glutine) che abbiamo iniziato a coltivare dallo scorso autunno proprio qui nella tenuta.

Oltre a tutto questo, il sogno nel cassetto di Vittoria è la produzione di formaggi e ricotte (da allevamento ovino) e l’avvio della filiera della frutta, con piante tipiche del territorio: la Mela Gialla delle Pianacee, la Mela Piatta delle Cantine, la Diacciata, i fichi toscani, i ciliegi del Cassero e così via... alla riscoperta di varietà ormai introvabili o abbandonate nel tempo, frutto di ricordi le cui tracce ancora si ritrovano nei dintorni de Il Borro.

news n°
146297
From beautynews
25 May 2020
"Some patients are experiencing higher levels of stress and anxiousness."
news n°
146295
From beautynews
25 May 2020
Che sia un'esperta in fatto di trucchi, è cosa ben nota. Ma forse per i capelli è meglio non imitarla. Giulia De Lellis ha confessato su Instagram di aver lavato la folta chioma con un sapone per i piatti, per riuscire a sgrassare la cute piena di olio dopo aver fatto uno shooting fotografico. La risposta di follower e parrucchieri non si è fatta attendere.
news n°
146300
From beautynews
26 May 2020
Dalle espadrillas ai trampoli 70s, ai modelli con dettaglio gioiello: l'estate 2020 è ricca di sandali con zeppa. Tutto è oltre misura, d'altezza e d'estrosità

Eccentriche o minimal chic, con suola naturale (corda o sughero) o ricoperte da charms e pietre preziose, le scarpe protagoniste dell'estate 2020 sono proprio le zeppe. Ai centimetri che permettono di slanciare la figura, c'è la questione pratica: la comodità di un tacco che garantisce il passo sicuro. 

Chiaro il riferimento alla moda anni 70, quando le zeppe erano un dettaglio cult: Miu Miu alleggerisce l'estetica tipica di quei anni, proponendo modelli a fantasia, con applicazioni e modernizzando il tacco di legno. 

E per chi sostiene che le zeppe non sono scarpe sexy, vi stupiamo con le declinazioni moderne e minimali: infradito, fascette di pelle e inserti di plexiglass, per modelli che puntano al nude look.

Guardate anche:

Outfit 2020: il look casual chic è con gli zoccoli

Sandali estate 2020: scarpe tendenze moda e modelli

Dolce & Gabbana
Christian Louboutin
Sophia Webster
Valentino Garavani
Prada
Miu Miu
Saint Laurent
Jimmy ChooRichard Valencia
Aquazzura
Gianvito Rossi
Manebì
Kurt Geiger
Clergerie
By Far
news n°
92738
From gossip
20 May 2020
Sally Brooks International Hairstylist

This collection is about creating eight individual images that are timeless beauty.

Ph: Jenny hands
Make-up: Violet Zeng
Stylist: Ann Shore

hair-collections

news n°
146305
From beautynews
26 May 2020

Quando nel 2014 il principe George partecipò al suo primo impegno ufficiale in Nuova Zelanda all’età di soli otto mesi, tutto il mondo era curioso di vedere cosa avrebbe indossato il futuro re del Regno Unito. (Fino ad allora, infatti, era apparso solo in foto di famiglia condivise dal Duca e dalla Duchessa di Cambridge e nel ritratto di presentazione ufficiale sulle scale dell’ospedale). Composto da una salopette in stile marinaro della designer britannica di abbigliamento da bambini Rachel Riley, l’outfit in questione registrò il tutto esaurito poco ore dopo dalla pubblicazione della foto. “L’interesse nel capo è stato straordinario”, racconta Riley a Vogue.

Kate Middleton e George in Nuova Zelanda, nel 2014
79388281
Kate Middleton e George in Nuova Zelanda, nel 2014
Samir Hussein

La salopette, che faceva parte della collezione Heritage del marchio, rispecchia lo stile tradizionale scelto per il principe George e per i fratelli più piccoli, Charlotte e per Louis. “Gli abiti che creiamo hanno un design senza tempo”, spiega Riley. Per il battesimo della principessa Charlotte nel 2015, il Principe George aveva indossato un set con pantaloncini corti bianchi e rossi sempre firmato Riley, che riprendeva quello indossato dal padre, il principe William, nel 1984 quando si era recato all’ospedale per incontrare il fratellino, il principe Harry, appena nato. Riley aggiunge inoltre che la selezione degli abiti per i bambini dei Duchi di Cambridge è scelta e ponderata con attenzione, il che significa che la somiglianza tra i due capi non era affatto casuale.

Il principe William nel 1984
71915169_003
Il principe William nel 1984
Anwar Hussein
Il principe George nel 2015
4895781ah
Il principe George nel 2015
REX/Shutterstock
Lady Diana e il principe William nel 1983
DIANA_BABY_WILLIAM
Lady Diana e il principe William nel 1983
Tim Graham
Kate, il principe William e George nel 2014
Kate, il principe William e George nel 2014

Echi storici simili sono riscontrabili anche nel guardaroba del principe Louis: l’anno scorso, per esempio, il più piccolo di casa Cambridge aveva indossato un coordinato bianco e blu del marchio La Coqueta che ricordava un capo simile indossato dal padre alla stessa età. Gli abiti a fiori della principessa Charlotte sono stati paragonati a quelli della Regina e della principessa Anna quando erano bambine. E sono riapparsi anche alcuni capi della tradizione, come il pagliaccetto blu indossato dal principe George al Trooping of the Colour del 2015, lo stesso visto sul padre 30 anni prima.

Elisabetta II e la principessa Margaret a Windsor, nel 1937
580038828,2636804
Elisabetta II e la principessa Margaret a Windsor, nel 1937
Print Collector
Charlotte e George nel 2018, al matrimonio della principessa Eugenie
AFP_19Z1ST
Charlotte e George nel 2018, al matrimonio della principessa Eugenie
VICTORIA JONES

E se la madre Kate è diventata famosa per l’abitudine di sfoggiare alcuni dei suoi look preferiti più e più volte, i bambini reali vengono spesso fotografati indossare outfit pressoché identici a quelli indossati in passato. Basta pensare alla tipica camicia bianca con profili blu del principe George o alla passione della principessa Charlotte per i colletti alla Peter Pan. C’è poi la tradizione consolidata del tramandarsi capi tra fratelli e sorelle. L’anno scorso la principessa Charlotte è stata fotografata due volte con addosso il cardigan blu del fratello maggiore, del marchio spagnolo Fina Ejerique.

La principessa Charlotte nel 2017
96735535
La principessa Charlotte nel 2017
Pool/Samir Hussein

I commentatori reali sembrano ritenere che gli outfit sobri e discreti scelti per i bambini, quasi una sorta di capsule collectio, abbiano lo scopo di distogliere l’attenzione del pubblico da ciò che indossano e di presentare i Cambridge come una famiglia “normale”.

William, Kate, George e Charlotte nel 2016, in Canada
92636731
William, Kate, George e Charlotte nel 2016, in Canada
Pool/Samir Hussein
I duchi di Cambridge al battesimo di Louis, nel 2018
doml_louis_004.jpg
I duchi di Cambridge al battesimo di Louis, nel 2018
WPA Pool

Nonostante gli sforzi del Duca e della Duchessa, c’è un enorme interesse nei confronti del guardaroba dei bambini. Il fenomeno del tutto esaurito che si registra non appena i piccoli reali vengono fotografati con un certo capo è stato soprannominato il “Cambridge effect”. Secondo l’azienda di consulenze Brand Finance, nel 2015, il contributo annuale del principe George (che al tempo aveva 2 anni) e della principessa Charlotte (nata a maggio di quell’anno) all’economia del Regno Unito era stimato essere rispettivamente di 76 e 101 milioni di sterline, che nell’arco della loro vita si stima ammonterà a 2,4 miliardi e 3,2 miliardi. Si prevede inoltre che anche il principe Louis avrà un simile effetto sull’economia britannica.

Kate Middleton, il principe William, George e Charlotte nel 2016, in Canada
92683981
Kate Middleton, il principe William, George e Charlotte nel 2016, in Canada
Samir Hussein
William, George e Charlotte fanno visita al neonato Louis il 23 aprile 2018
99881287
William, George e Charlotte fanno visita al neonato Louis il 23 aprile 2018
Neil Mockford

Amaia Kids, il marchio londinese che ha creato i look da damigella d’onore e paggetto per il matrimonio della Principessa Eugenie lo scorso ottobre, ha sperimentato l’effetto Cambridge in prima persona. Sia il principe George che la principessa Charlotte indossano abitualmente capi del marchio, molti dei quali, come il cardigan blu indossato da George per far visita alla sorella appena nata in ospedale, sono andati a ruba in seguito al debutto reale. La co-fondatrice Amaia Arrieta spiega come l’impatto reale vada ben oltre il ‘tutto esaurito’ dei singoli capi. “È questione di reputazione”, commenta a Vogue. “Si entra nel radar di molte persone che prima non sapevano nulla del tuo brand”. La stilista spiega inoltre come la famiglia Cambridge abbia ispirato un revival di stili tradizionali nell’abbigliamento da bambini. “C’è stato un ritorno al passato. I bambini reali appaiono sempre così teneri e ben vestiti”.

Come i genitori, anche i bambini possiedono capi più formali per gli eventi ufficiali e un guardaroba per il tempo libero. “William e Kate li vestono in maniera più casual quando sono lontani dai riflettori”, fa notare l’esperto di moda della famiglia reale, Michael Talboys. “Pian piano stanno allentando le formalità”. Di recente, il principe George è stato fotografato con un maglioncino di pile color kaki, jeans e scarpe Nike durante un’uscita di famiglia ad un evento equestre a Norfolk, mentre la principessa Charlotte ha indossato un piumino blu e una gonna a scacchi. Questo dress code più rilassato ricorda l’infanzia del principe William e del principe Harry, che erano spesso ritratti con T-shirt e pantaloncini a righe quando non coinvolti in impegni ufficiali.

Il principe William nel 1984
Huty16060126
Il principe William nel 1984
Princess Diana Archive
William e Harry nel 1985
WILLIAM_HARRY_SESSION_NO.10
William e Harry nel 1985
Tim Graham

Dopo aver acquistato lo stesso modello di body visto alla prima uscita di Baby Sussex migliaia di genitori britannici stanno cercando la camicia a quadretti del principe Louis, indossata il giorno del suo secondo compleanno: il marchio è abbastanza popolare, Tu at Sainsbury's.

Louis di Cambridge compie 2 anni. Ecco le nuove foto
Tanti auguri al terzogenito dei Principi di Cambridge che oggi compie 2 anni. Ecco i suoi nuovi ritratti ufficiali
Louis di Cambridge© The Duchess of Cambridge

Guardate anche la gallery di tutte le migliori foto dei royal babies di tutti i tempi qui

news n°
146309
From beautynews
news n°
146290
From beautynews
25 May 2020
Ilary Blasi ha sfoggiato un nuovo look trendy e griffato per una delle sue prime uscite di questa fase 2. La showgirl, dopo aver girato insieme al marito per le strade di Roma con anfibi e marsupio, ha optato stavolta per un tocco più femminile, indossando un top a manica lunga animalier con jeans chiaro e un paio di décolleté nere in pelle di Gucci.
news n°
92801
From gossip
21 May 2020
Michelle Griffin International Hairstylist

Find put the latest hair collection, called “Twenty20”, made by “ Michelle Griffin ” international hairstylist from UK.

Ph: Ben Riggott
Make-up: Krystle Gohel
Stylist: Ellen Spiller
Art Direction: Andreas Stavrou

hair-collections

news n°
146303
From beautynews
26 May 2020

Per i designer africani la moda sostenibile e responsabile non è un trend al quale uniformarsi, ma piuttosto uno stile di vita e una modo di lavorare che caratterizza la loro storia da sempre. Il riutilizzo, il fatto a mano, i ritmi naturalmente lenti sono tutti elementi propri della cultura africana che inevitabilmente si riflettono anche nella moda. Il concept store parigino Centre Commercial che ha fatto della responsabilità il proprio caposaldo, si è unito a LAGO54, piattaforma che connette brand africani con store internazionali in tutto il mondo, per il lancio di un pop-up store con una selezione di brand Made in Africa, perfettamente in linea con questo concept. 

Il pop-up aprirà dal 25 maggio all'8 giugno sia online che in-store con i prodotti di sette brand africani di moda sostenibile: Studio 189, Pichulik, Asha Eleven, Rokus London, Lem-Lem, Imane Ayissi e Kudu Cosmetica

L'obiettivo di LAGO54 di creare connessioni tra i brand africani e gli store più attenti alla responsabilità nel mondo è stato pienamente raggiunto con questa nuova iniziativa che porta a Parigi sette dei marchi più sostenibili della scena africana in questo momento, grazie a una qualità elevata e un'attenzione, non solo per l'ambiente ma soprattutto per le persone che lavorano e le comunità che vengono coinvolte nella realizzazione dei prodotti. 

Imane Ayissi
DSC3242.jpg
Imane Ayissi
Asha Eleven
Ajna Jumpsuit - Bloom2.jpg
Asha Eleven
Lem-Lem
IMG_0706.JPG
Lem-Lem
studio 189
STUDIO 189
studio 189
©DAN AND CORINA LECCA
Kudu Cosmetica
IMG_8196 copy.jpg
Kudu Cosmetica
Rokus London
ROKUS HALF MOON PENDANT NECKLACE copy 3.jpg
Rokus London
Pichulik
_0016_PICb01 Bracelet.jpg
Pichulik
news n°
92869
From gossip
21 May 2020
Angelo di Pasca da Saccucci Masterclass: Insieme saremo più forti di prima!

ROMA Giovedì 21 Maggio

I primi giorni lavorativi sono stati molto positivi, tutto è andato bene.
E' stata un'emozione per noi del team Saccucci Masterclass come se fosse il primo giorno di lavoro ! Marco Saccucci e tutto il suo gruppo hanno fatto un grande lavoro per far si che le Clienti si sentissero nuovamente a casa con le abitudini di sempre.

"Abbiamo preso tutte le misure giuste
rispettando le norme governative !
Saccucci's Masterclass team è una
grande squadra.."


Sono le solite mani degli hairstylists del salone che, come sempre, doneranno la felicità a tutte le donne, con un bel sorriso nascosto dalla mascherina, ma sempre presente !
La positività in questo momento è fondamentale per tutti noi colleghi e per le nostre clienti! Siamo tutti uniti insieme per far trionfare il mondo del Beauty e superare questo momento uscendone vincenti e più forti di prima.

Angelo di pasca
Da Saccucci Masterclass

SACCUCCI Masterclass
Viale Città d’Europa, 857 – ROMA (RM) – Italy
Tel. + 39 06 52200413 – 06 52200386

news n°
92836
From gossip
21 May 2020
Barberology Intranational hairstylist

This collection was shot in Birmingham’s Municipal Bank, in reference to our heritage in Birmingham’s Jewellery Quarter. Taking inspiration from the runways, we created a collection that boasts traditional techniques with a modern twist

Hair: Barberology
Ph: Lee Allen

hair-collections

news n°
92947
From gossip
25 May 2020

Il nuovo appuntamento con INTERNATIONAL VISIONARY AWARD si terrà l'11 Ottobre 2020

international visionary award 2020

INTERNATIONAL VISIONARY AWARD
Data fissata dello spettacolo/show per Sabato 11 OTTOBRE 2020.
Aperte le candidature per iscriversi all'emozionante incontro
di Londra (UK).
Quest'anno le ISCRIZIONI chiuderanno il 31 LUGLIO 2020, il modulo è scaricabile direttamente dal sito ufficiale.

ECCO IL LINK per scaricare il modulo e ISCRIVERSI:

https://www.alternativehair.org/

news n°
92790
From gossip
21 May 2020

Novità dell’anno, il nuovissimo diffusore MagicSense® insieme al top degli asciugacapelli Parlux ALYON® ora anche nella versione Blu Notte

Per realizzare nuovamente acconciature ed hairstyling perfetti alla riapertura dei propri Saloni, i Parrucchieri ora potranno avere a disposizione nuovi strumenti Parlux.

PARLUX, qualificato marchio, sinonimo di asciugacapelli professionali di elevate qualita', distribuito in oltre 60 paesi al mondo, presenta Parlux MagicSense® , un rivoluzionario diffusore dal nuovissimo design, con una dimensione ottimale e una speciale distribuzione dei fori che consente una ideale combinazione tra quantità d’aria emessa e temperatura, assicurate dal nuovo sistema DFO (Dynamic Flow Optimizer). Questo nuovo diffusore garantisce asciugature rapide e perfette dei capelli ricci senza spettinare ed eliminando l’effetto crespo. Inoltre, le sue 15 punte massaggianti offrono una piacevole sensazione rilassante sulla cute della cliente.

Gli stilisti che hanno avuto la possibilità di testare il diffusore MagicSense® lo trovano eccezionale! Esso facilita il proprio lavoro in salone: i tempi di asciugatura si dimezzano, i ricci risultano essere ben definiti, le onde naturali dei capelli si modellano facilmente e poi la calotta esterna di questo accessorio dotata di un sistema anti-riscaldamento permette l’utilizzo da parte dell’operatore senza l’eventualità di scottarsi.

MagicSense® è un prodotto firmato Parlux, dotato di aggancio rapido per gli asciugacapelli Parlux ALYON® e Parlux ADVANCE®. Il suo adattatore universale, invece, ne permette l’uso anche sugli altri modelli di asciugacapelli della casa milanese (ad esclusione dei modelli Parlux 3500 e Parlux 385).

Questa ultimissima novità è venduta sia singolarmente che in un pregiato cofanetto in edizione limitata, in abbinamento al best seller degli asciugacapelli professionali, un concentrato di potenza e tecnologia al servizio del parrucchiere,  Parlux ALYON® ora nella nuova colorazione Blu Notte.

CONTATTACI
per MAGGIORI INFORMAZIONI:

info@globelife.com

PARLUX

+39 0248402600 | Via Goldoni 12
20090 | Trezzano sul Naviglio (Milano) | Italy

news n°
92674
From gossip
19 May 2020
Heads Salons  International Hairstylist

Find put the latest hair collection, called “The Tattoo”, made by “ Heads Salons international hairstylist from Israel.

Ph: Nik Smirnov
Make-up: Veronica Guzun
Styling: Olga Maxim

hair-collections

news n°
92675
From gossip
19 May 2020
news n°
92757
From gossip
20 May 2020
Robert Kirby International Hairstylist

This Collection was inspired by my mother who was diagnosed with Dementia. A cruel And unforgiving disease that carries an awful stigma, and a life long curse of uncertainty.

Ph: Andrew Kimber
Make-up: Marta Wozniak
Stylist: Elisa Heinesen Make-up: Marta Wozniak

hair-collections

news n°
146307
From beautynews
26 May 2020
I piani cottura elettrici sono l'ideale per chi vuole sostituire la vecchia cucina a gas o non ha a disposizione gli allacci per allestirne una. Il rendimento energetico è superiore e la pulizia più semplice, ma i modelli non sono tutti uguali. Ecco i migliori e come fare per trovare quello più adatto alle proprie esigenze.
news n°
92693
From gossip
19 May 2020
Maggie Semaan International Hairstylist

The Hairstylist wanted to create a collection that expressed the nature of the extravert, but where it was the hair defined that characteristic. The black styling acts to enhance the bold colours, shapes and textures of each of the looks.

Ph: John Rawson
Make-Up: Maddie Austin
Stylist: Maggie Semaan

hair-collections

news n°
146294
From beautynews
25 May 2020
Per trovare lo shampoo più efficace per i neonati e per i bambini, dobbiamo optare per prodotti delicati e poco aggressivi. È consigliabile scegliere shampoo con formulazioni a base di ingredienti naturali, lenitivi ed emollienti, in grado di trattare la cute sensibile dei bebè. Inoltre non dobbiamo dimenticarci di guardare al tipo di pelle e al pH del prodotto, Ecco allora i 10 migliori shampoo per neonati e bambini da acquistare.
news n°
146301
From beautynews
26 May 2020

Il duo composto da Youngshin Hong e Sanglim Lee rappresenta l'anima del brand di menswear Young N Sang, da poco dedicatosi completamente alla moda sostenibile. Il percorso che hanno deciso di intraprendere è totalmente incentrato sul recupero, declinato nelle sue più varie accezioni. Da un punto di vista estetico invece quest'anima ecologica si è coniugata alle tradizioni della Corea, dalla quale la coppia proviene, che sono state rielaborate in chiave contemporanea, ma sempre molto rispettosa, così come la scelta (azzeccatissima) di usare il nonno di uno dei due come modello. La nuova collezione di Young N Sang, priva di una vera connotazione stagione, si intitola Street Venders (venditori ambulanti in italiano, ndr) vista l'importanza del mercato tradizionale coreano, che si configura come una potente fonte di ispirazione per molti designer. Per il duo che mira alla raccolta di tutto ciò che può essere riportato a nuova vita, un immenso mercato rappresenta certamente un cruciale incubatore di possibilità che aspettano solo di essere colte per assumere nuovi ruoli e significati.  

L'upcycling di Young N Sang è inoltre ispirato agli stessi venditori ambulanti che, a quanto dicono i designer, hanno sempre uno stile personale molto deciso, attraverso il quale si possono scoprire combinazioni estetiche nuove e inaspettate, che li influenzano costantemente. Tutti questi elementi hanno portato alla collezione di moda sostenibile Street Venders.  

La tecnica principalmente usata per questa collezione è quella dell'intreccio realizzato a mano: dopo aver recuperato una serie di tessuti, questi sono stati tagliati a strisce, poi intessute insieme per dare vita a una sorta di moderno bouclé. Questo nuovo materiale ottenuto dall'utilizzo di scarti recuperati è stato scelto per realizzare camicie da bowling e giacche che rievocano classici giubboti jeans. Le camicie sono anche tropicali grazie a una lavorazione patchwork che prevede l'inserzione di parti di stampe differenti, poi applicate su una prima stampa usata come sfondo. Queste sono quindi abbinate a dei pantaloni morbidi che sono ottenuti dalla fusione di due diverse sezioni dei pantaloni stessi, tagliati prima in verticale e poi riassemblati insieme, unendo però la parte esterna con quella interna, montata perciò al rovescio. Le maglie sono anche a manica lunga con fantasie ricreate attraverso un patchwork asimmetrico, grazie al quale nascono motivi nuovi oppure con stampe orientali che vengono accentuate attraverso l'applicazione di piccole perline e pietre, cucite in modo incompleto.  

Gli accessori giocano sicuramente un ruolo determinante, rappresentando in modo evidente questo concetto di upcycling: i gioielli sono infatti creati attraverso la combinazione di "cianfrusaglie", definite così dagli stessi designer, che gli conferiscono però una divertente anima pop, grazie ai moschettoni, gli ami da pesca e i piccoli giocattoli che li compongono. I marsupi sono tenuti insieme da grandi spallacci recuperati dagli zaini, che diventano anche cinture, usate perfino per fissare una coperta in pile con la stampa di una tigre, utilizzata come mantella.  

news n°
92961
From gossip
26 May 2020

Hairdressers around the world and all with a passion for hair are invited to join in a special streamed produced by Australia’s Sharon Blain Education and Box Hill Institute

Virtual Hair Experience: Journey to the Top, a three-hour online
hairdressing extravaganza, will be released online
on Monday 8 June from 11am to 2pm
Australian Eastern Standard Time or by streaming from 6pm.

It will feature international, Australian and New Zealand industry luminaries telling inspiring stories about their path to the top of the hairdressing field and edge-of-fashion, creative hairstyling.  Its purpose is to inspire young people to join or stay in the industry and give their salon owners examples to be used as encouragement.

Sharing their journey to the top will be these stars of hairdressing:

  • Mark Hayes, International Creative Director, Sassoon
  • Tabatha Coffey, international business woman, tv celebrity, designer and educator
  • Errol Douglas MBE, One of the world’s most respected hairdressers
  • Dee Parker Attwood, 2019 Hair Expo Australian Hairdresser of the Year
  • Sharon Blain, international educator
  • Kobi Bokshish, Intershape
  • Steve Corthine, Stevie English Hair
  • Hermiz Daniel, Joey Scandizzo Salon
  • Danny Pato, 2019 Hair Expo New Zealand Hairdresser of the Year
  • Joey Scandizzo, Joey Scandizzo Salon
  • Jules and Bennie Tognini, Lil Off The Top, Tognini’s
  • Emiliano and Lisa Vitale, é Salon                 
  • Jayne Wild and Gary Latham, Wild Life Hair                                  
  • Renya Xydis, editorial hairstylist, Valonz
  • Host: Hair Expo favourite and US-Australian TV celebrity, Richard Reid
Location Live Broadcast Time on Monday 8 June or as otherwise marked Streaming commencement time on Monday 8 June:
Australia – Eastern 11am 6pm
Western Australia 9am 4pm
New Zealand 1pm 8pm
United Kingdom 2.30am 9am
Amsterdam 3am 10am
Chicago 8pm Sunday 7 June 3am
Copenhagen 3am 10am
Dubai 5am 12 noon
Estonia 4am 11am
Frankfurt 3am 10am
Jakarta 8am 3pm
Hong Kong 9am 4pm
Lima 8pm 3am
Lisbon 2am 9am
Ljubljana 3am 10am
Los Angeles 6pm Sunday 7 June 1am
Malaysia 9am 4pm
Moscow 5am 12 noon
Mumbai 6.30am 1:30pm
New Delhi 6.30am 1:30pm
New York 9pm Sunday 7 June 4am
Oslo 3am 10am
Paris 3am 10am
San Francisco 6pm Sunday 7 June 1am
Singapore 9am 4pm
Warsaw 3am 10am
Vancouver 6pm Sunday 7 June 1am
South Africa 3am 10am
Barcelona 3am 10am
Stockholm 3am 10am
Taipei 9am 4pm


For more information CLICK HERE

Encyclopedic hair website


Coiffeurs prendre soin de la santé des cheveux dans les salons de beauté et d'esthétique, avec des coiffures de style pour les photos de cheveux de mode et la vente de produits de soins capillaires.

Sujets connexes

Lexique des coiffeurs

Hairstylists Loreal.it, coiffeurs, cheveux, santé, salons de beauté, photos de mode capillaire, coiffures, esthétique, vente, soins de calvitie, Hairstylists Loreal.it, chute de cheveux, coloriage, coups de soleil, balayages, meches, shatush, deja-vu, Hairstylists Loreal.it, magazines de coiffure, nouveaux coiffeurs, dernières coiffurenews, magazine esthétique, studio, griffe, tendance, reine, you, Hairstylists Loreal.it, cabeleireros, prince, styles de cheveux, toni et-guy, alternative, remixes, lh la horquilla, vidaaesthetics, tocado, Hairstylists Loreal.it, hombre, tophairstylist, news by beautybazar, news, ihf, hair dreams, lnenail, styling, salon, Hairstylists Loreal.it, hair, hairworld, bqmagazine, bqtrends, cosmetics russia, hair!s, modern, intercoiffure, beautybazar, Hairstylists Loreal.it, cube smart, cube 3 fashion only, cube photo fashion hair, hair, hair, hair, Journaux de cheveux, tendances de mode, les meilleurs coiffeurs, Hairstylists Loreal.it, coiffeurs d'exposition de nouvelles, coiffeurs périodiques, nouvelles de cheveux, listes d'adresse de coiffeur, journaux de coiffeur, coiffures de journal, coiffures de revue, coupes de cheveux de photo de magazine, coupes de cheveux de photo de magazine, Hairstylists Loreal.it, coiffeurs de recherche d'emploi, coupes de cheveux, sorties de coiffure, magazine de potins, magazine de tendances de mode, magazine de cheveux, livres, magazine de mode, magazines de mode, Hairstylists Loreal.it, coiffeurs, esthétique, beauté, site officiel, nouveauté 'agrave;, cheveux

X

privacy